Notice
  • Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni
 

Arte e immagine

Per questo nel primo anno, è importante l'approccio con gli strumenti e la conoscenza del linguaggio, di linee e forme e colori che diventano percorso chiaro nell'esperienza del lavoro.
Nel secondo anno il discorso si sviluppa nell'approfondimento del reale osservato e nella sua descrizione grafica. E' perciò necessaria la conoscenza di regole per la costruzione di un'immagine e le tecniche per poterle rappresentare attraverso gli effetti pittorici che sono strettamente legati alla conoscenza del disegno accademico.
L’ultimo anno conclude il viaggio dell'esperienza visiva e produttiva offrendo agli alunni la possibilità di un uso originale e critico del linguaggio visivo . Attraverso la lettura di opere d’arti gli alunni scoprono quanto la “ soggettività”di alcune correnti artistiche abbia contribuito a rendere l’arte qualcosa di nuovo e di profondamente “personale”. Questo elemento aiuta gli allievi a sentirsi protagonisti e capaci di rendersi espressivi e “unici” nella realtà che li circonda .

Guarda la pagina dei docenti

L'educazione artistica è una educazione dello sguardo prima che una serie di acquisizioni dei metodi di rappresentazione visiva. Tale disciplina pone come grande obiettivo quello della contemplazione e riflessione su tutto ciò che la realtà mostra e comunica. E' fondamentale perciò insegnare questo sguardo attraverso quello della propria esperienza di educatore e quello degli artisti del passato e le loro opere. Essi hanno saputo tradurre dentro la loro storia la bellezza misteriosa della realtà, permettendo all'uomo di coglierla nell'opera d'arte e ritrovarla nel quotidiano. Per questo non è azzardato dire che si tratta di un'educazione alla vita, poiché tale materia e chi la insegna hanno il desiderio di toccare il cuore degli allievi, cercando, attraverso il lavoro dello sguardo e delle mani, di far cogliere il rapporto che esiste tra le cose e l'ordine di cui facciamo parte. Ogni anno prevede degli obiettivi didattici precisi che si realizzano in un programma che scandisce i passi per una corretta acquisizione dei metodi di rappresentazione grafico-pittorico.