Notice
  • Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni
 

Scienze motorie e sportive

il movimento, la costruzione di una armonia fisica, sicura di sé, capace di cogliere il valore delle vittorie e anche delle sconfitte.
Le scienze motorie e sportive, per noi sono esperienza concreta, e durante l’anno scolastico, proponiamo diversi progetti come: il laboratorio sportivo strutturato con pacchetti di varie discipline sportive indoor e outdoor quali: tennis, pattinaggio su ghiaccio, arrampicata sportiva, difesa personale e canoa; tornei multidisciplinari, giochi sportivi studenteschi di corsa campestre, atletica, sci e snowboard.
La mediazione didattica, mira a stimolare la maturazione di positivi rapporti sociali e la responsabilità personale in ogni attività, sia di gruppo, sia individuali, cercando di far accettare il confronto non solo con il proprio corpo, ma anche con la diversità presente negli altri: nel sesso opposto, nel più debole, nel più forte, nei differenti caratteri.

Guarda la pagina dei docenti

La personalità umana e il suo pieno ed equilibrato sviluppo sono strettamente connessi ad un corretto e armonico sviluppo del corpo. Pertanto tale disciplina è educazione della personalità nella complessità dei suoi aspetti.
La disciplina, infatti, offre al ragazzo la possibilità di percepire sé e la realtà attraverso la scoperta delle potenzialità e dei limiti propri ed altrui e di avvertire la fatica come elemento indispensabile per raggiungere uno scopo. Nello stesso tempo offre una grossa esperienza di accoglienza e di disponibilità, di accettazione e collaborazione con gli altri.
In questa età, i ragazzi cambiano forma, crescono, si sviluppano. E' l'età delle incertezze, delle paure e vanno quindi aiutati ad accettarsi, a voler bene alle proprie gambe che magari non sono più così veloci come alle elementari, o alle proprie braccia che diventano forti e talvolta non controllano un lancio. Li aiuta sapere che cosa le proprie mani, i propri piedi, il proprio corpo sanno e possono fare e conoscere le attitudini e le sensazioni che possono esprimere.
Ciò che più conta, quindi, è che i ragazzi si dedichino a tale attività, affinché possano avvertire l'espressione di sé attraverso